FANDOM


Cavalieri della Caccia

Informazioni
Tipo Ordine Cavalleresco
Leader -
Allineamento Caotico Buono
Base/i Nessuna
Fondazione circa 350 AC
Alleati Chiesa di Trithereon
Nemici Iuz, Fratellanza Scarlatta

I Cavalieri della Caccia sono un’organizzazione cavalleresca, ben poco organizzata, composta da fanatici seguaci di Trithereon l’Evocatore, Dio della Libertà e dell’Individualità.

StoriaModifica

L’Ordine dei Cavalieri della Caccia è stato per molti anni un’organizzazione informale dedicata a perpetrare la dottrina di libertà di Trithereon. L’ordine decise di organizzarsi secondo la corrente incarnazione durante i conflitti che segnarono la ritirata a est del Grande Regno dopo l’indipendenza di Nyrond nei tardi anni 50 del 300 AC. Tre Cavalieri dell’ordine presero parte e combatterono la leggendaria Battaglia dei Mille Vessilli nel 447 AC, e da quel momento in poi i Cavalieri della Caccia divennero i guardiani dei confini orientali di Almor, fin dalla fondazione del reame. In occidente, invece, l’ordine divenne popolare tra colore che si opponevano alle manie espansionistiche Keolandesi e quando le mire espansionistiche del Trono del Leone scemarono i Cavalieri della Caccia si spostarono verso i confini meridionali per proteggere la popolazione dagli schiavisti dei Principi del Mare. Al giorno d’oggi non esiste gerarchia tra i cavalieri, anche se i cavalieri meno esperti spesso seguono i consigli di Cavalieri della Caccia più esperti.

IdealiModifica

Durante le Guerre di Greyhawk, i Cavalieri della Caccia sono stati tra le organizzazioni più attive nel difendere le povere genti dagli orrori della guerra, essi giurano fedeltà agli ideali di libertà e vendetta. I Cavalieri della Caccia sono profondamente individualisti, sono sempre devoti alla loro causa e solitamente prendono iniziativa di proprio conto per poter correggere i mali del mondo, essi sono avversari senza pietà e cacciano senza tregua coloro che hanno provocato la loro ira. Durante i rari consigli tenuti tra i membri dell’ordine, le azioni sono più importanti delle parole e le decisioni sono prese velocemente e senza alcuna pietà. Il leggendario disprezzo che ha l’ordine per le leggi costituite e per le tradizioni delle terre civilizzate spesso porta l’ordine in conflitto con i signori locali che vogliono la loro autorità rispettata. Dato che i Cavalieri rappresentano una forza destabilizzante per i governi, pochi governanti accetterebbero l’aiuto di uno di questi cavalieri.

Il Codice della CacciaModifica

Un Cavaliere della Caccia non lascia mai in pericolo coloro che hanno bisogno di aiuto o che devono essere salvati, poiché fare questo è considerato peccato capitale agli occhi di Trithereon. I Cavalieri della Caccia vivono la loro vita secondo i seguenti principi:

  • Individualità: Vivi la tua vita come preferisci, ma solo se perpetri la causa del bene, non costringere gli altri a seguire le tue credenza. Lascia alla tua coscienza il compito di guidarti, ma non farti mai comandare dagli infedeli. Il fine giustifica il mezzo.
  • Libertà:La libertà è il più grande tesoro che una persona possa avere e che deve essere preservato a qualunque costo. La “legge” può essere oppressiva sia se utilizzata per il “bene” sia se utilizzata per il “male”, coloro che opprimono o schiavizzano devono essere cacciati senza alcuna pietà. Leggi ingiuste devono essere denunciate e opposte in qualunque modo.
  • Castigo: Vendicati contro coloro che ti hanno fatto del male. La giustizia proviene dal cuore e può essere veramente conosciuta e compresa perseguendo coloro che la infrangono. La legge è spesso inadeguata e deve essere ignorata quando fallisce nel dispensare la giustizia.
  • Autodifesa: Ogni persona ha il diritto di difendere se stessa e le sue proprietà. Coloro che non possono difendersi devono essere difesi in modo che possano restare liberi. L’omicidio è permesso solo se contro qualcuno che ti ha fatto del male.

MembriModifica

Cavaliere della Caccia.PNG

Un Cavaliere della Caccia con i suoi Mastini

La maggior parte dei Cavalieri sono stati chierici di altre divinità che si sono poi convertiti alla fede di Trithereon, oppure molto spesso sono dei semplici guerrieri sebbene anche ranger (e anche pochi ladri) sono entrati nella compagnia. I membri di altre classi sono benvenuti nell’Ordine, ma sono molto rari. Date le spesso infelici circostanze di nascita, Mezz’elfi e Mezz’orchi sono attratti dai precetti dell’Ordine.

Una buona parte dei cavalieri lavora e viaggia solo, anche se in alcune occasioni piccoli gruppi di cavalieri si sono uniti per cacciare dalle Flanaess gli aspiranti oppressori e tiranni. Questi gruppi raramente stanno insieme per molto tempo, data la loro personalità individualista e caotica che si rivela spesso nociva al lavoro di gruppo data la natura caotica dei suoi membri.

Tutti i membri dell’ordine riconoscono l’autorità dei sacerdoti di Trithereon più anziani e saggi e il tacito supporto di quella che molti potrebbero considerare un organizzazione terroristica ha procurato non pochi problemi alla chiesa di Trithereon con le autorità locali. Sebbene una buona parte dei tempi neghino qualsivoglia correlazione con l’ordine, l’invito a entrare nell’ordine può essere fatto solo da un sacerdote anziano dell’Evocatore, come riconoscimento di esser dedito agli ideali di libertà e vendetta. La maggior parte dei cavalieri possiede una cotta di maglia solitamente blu con intarsiato il simbolo della loro divinità Trithereon sul petto, per una buona parte di essi è in argento, ma più potenti e prestigiosi Cacciatori la portano completamente in oro. Come il loro patrono i Cavalieri della Caccia spesso viaggiano con uno o più compagni animali. I membri dell’ordine preferiscono come armi sempre la Spada Lunga e la Lancia Corta, e molti gli danno un nome in onore all’Evocatore. Molti Cavalieri della Caccia viaggiano insieme a dei mastini conosciuti come confratelli di Nemoud, essi sono ben addestrati nell’arte della caccia e della guerra. Questi mastini vengono selezionati e addestrati nei centri di venerazione di Trithereon e condividono un legame speciale con i loro padroni. I Cavalieri di un certo rango possono anche servirsi una elite di Falchi addestrati e intelligenti chiamati Harrukin e nessuno all’infuori dei membri dell’ordine conosce il modo per avvicinarsi a queste maestose bestie. Alcuni credono che l’Evocatore stesso assegni gli Harrukin ai suoi cavalieri che raggiungano tramite le parole e le imprese un certo livello di esperienza.

BibliografiaModifica

  • Creighton Broadhurst. "Champions of Vengeance." Dragon Magazine #297. Bellevue, WA: Paizo Publishing, 2002.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale