FANDOM


Vatun
Divinità - Simbolo di Vatun
Informazioni
Titoli Il Grande Dio del Nord, il Dio del Nord
Livello di Potere Divinità Minore
Piano Natio semipiano sconosciuto
Allineamento Caotico Neutrale
Aree di Influenza Freddo, Inverno, barbari del nord, bestie artiche
Adoratori Barbari Suloise
Allineamento Chierici
LB NB CB
LN N CN
LM NM CM
Domini [3.5] Aria, Animale, Caos, Freddo, Forza
Domini [5a] Guerra
Arma Preferita Ascia da battaglia

Vatun è la divinità Suel del Freddo, dell’Inverno e delle Bestie Artiche.

StoriaModifica

La leggenda dice che qualche tempo dopo i Cataclismi Gemelli, quando i casati Suel in fuga dei Fruztii, Cruski, e degli Schnai si stabilirono nella penisola Thillonriana, un grande impero barbaro venne creato dai guerrieri di Vatun, salutato come "il Grande Dio del Nord”. Si dice che sia stato Vatun stesso ad aver concesso il titolo di "Fasstal di tutti i Suelii" al Re del Cruski, un titolo che rende il suo portatore il più importante tra tutti i nobili Suel, e gli concesse la facoltà di pronunciare giudizio su qualsiasi membro della razza Suel. Questo grande impero, sempre che sia effettivamente esistito, è durato solamente quanto la vita del primo Fasstal. Contemporaneamente alla Battaglia delle due Settimane (-110 AC), Vatun venne imprigionato dai sacerdoti di Telchur, forse aiutati dal’Arcidiavolo Belial, e si dice che la prigionia di Vatun sia stata la causa della caduta dell'impero barbarico. Nel 582 AC, sembrava che Vatun avesse finalmente fatto ritorno su Oerth, e apparve nella penisola Thillonriana. Vatun riuscì ad unire i Barbari del Gelo, del Ghiaccio e della Neve e anche i nativi del Forte di Stonefist, e guidò questa grande forza all’invasione di Tenh, evento che iniziò le Guerre di Greyhawk. Tuttavia, non passò molto tempo prima che questo "Vatun" si è rivelò essere il semidio Iuz, e l'alleanza presto crollò. Nel 591 AC, il vero Vatun rimane ancora imprigionato. Suo fratello, il dio Dalt, cerca costantemente un modo per liberarlo.

DescrizioneModifica

Vatun è rappresentato come un enorme barbaro suel vestito con le pelli di orsi polari. La sua barba è di neve e ghiaccio e il suo respiro è una nebbia ghiacciata. Egli impugna una potente ascia da battaglia chiamata Morsa dell’Inverno fatta completamente di ghiaccio. Sebbene sia piuttosto popolare tra i barbari Suel della penisola thillonriana, Vatun non era adorato nell’Impero Suel.

RelazioniModifica

Gli unici alleati di Vatun sono suo fratello Dalt e il dio Suel Llerg. Tra i suoi nemici vi sono Telchur, Iuz e l’arcidiavolo Belial

AdoratoriModifica

Vatun è adorato soprattutto negli stati barbari della penisola thillonriana, sebbene venga anche riconosciuto a Stonehold e (in misura minore) dalla Fratellanza Scarlatta. Vatun insegna che l'inverno è l'occasione per scartare i deboli dai ranghi dei forti, e che i vigliacchi dovrebbero essere coperti dalla neve e lasciati morire. Il Grande Dio del Nord parla anche di un "Grande Inverno", che coprirà tutta la terra, permettendo ai barbari del nord si prendere possesso di Oerth.

ChiericiModifica

I Sacerdoti di Vatun sono incaricati di aiutare la loro tribù in battaglia, di aiutare la loro gente a sopravvivere all'inverno, e di guarire i membri feriti delle loro comunità. I sacerdoti più capaci cercano le leggendarie Cinque Lame di Corusk, che si dice libereranno Vatun se unite. I sacerdoti di Vatun dicono che la codardia è da disprezzare, e che la fede di Telchur và sempre contrastata, preferibilmente tramite la violenza. Essi sono anche nemici dei diavoli e di coloro che li servono. La prigionia di Vatun ha reso più difficile ai suoi sacerdoti usare la magia divina. Per preparare e lanciare incantesimi, hanno bisogno di essere a meno di tre metri da una fiamma ardente, che non sia più piccola di quella di una torcia.

Artefatti e ReliquieModifica

Le Lame di CoruskModifica

Vedi l'articolo principale: Lame di Corusk​​.

Le lame di Corusk sono cinque spade il cui scopo è quello di liberare dio prigioniero Vatun. Sono più potenti quando raggruppate e possono anche essere utilizzate per distruggere chi sostiene falsamente di essere Vatun. L'ultima volta che sono stati riunite, Iuz intervennè e negò a Vatun il suo risveglio, e sparse le lame per evitare che venissero utilizzate per bandirlo nell'Abisso.

ReameModifica

Il nome reale del reame originale di Vatun è sconosciuto. Attualmente è imprigionato in un semipiano sconosciuto.

BibliografiaModifica

  • Wolfgang Baur, James Jacobs e George Strayton. Frostburn. Renton, WA: Wizards of the Coast, 2004.
  • Anne Brown. Player's Guide. Renton, WA: Wizards of the Coast, 1998.
  • Steven Conforti, ed. Living Greyhawk Official Listing of Deities for Use in the Campaign, version 2.0. Renton, WA: Wizards of the Coast, 2005. disponibile online:[1]
  • David Cook. "History of the Greyhawk Wars." Greyhawk Wars. Lake Geneva, WI: TSR, 1991. Disponibile Online: [2]
  • Dale Henson. Howl From the North. Lake Geneva, WI: TSR, 1991.
  • Gary Holian, Erik Mona, Sean K. Reynolds e Frederick Weining. Living Greyhawk Gazetteer. Renton, WA: Wizards of the Coast, 2000.
  • Roger E. Moore. The Adventure Begins. Renton, WA: TSR, 1998.
  • Sean K. Reynolds. The Scarlet Brotherhood. Renton, WA: Wizards of the Coast, 1999.
  • Carl Sargent. Five Shall Be One. Lake Geneva, WI: TSR, 1991.
  • -----. From the Ashes. Lake Geneva, WI: TSR, 1992.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.